Chiese del territorio

Chiese di San Nicola e Sant'Anna

Chiese del territorio

Descrizione

La Chiesa Madre di S. Nicola e S. Anna è situata nel centro storico, in prossimità delle mura del castello, da cui sicuramente era inglobata in epoca passata, come confermerebbe lo stemma di Savignano situato sul fronte centrale, risalente al 1581. Il portale centrale è sormontato da un rosone (come gli altri due portali minori). Sulla sovrastante lunetta insiste una maiolica raffigurante S. Anna, protettrice di Savignano Irpino.

L’istituzione della Parrocchia risalirebbe all’8 settembre 1588, stando alle risultanze degli atti battesimali,tuttavia, è lecito supporre che, anche se in forma ridotta rispetto all’attuale, la struttura fosse preesistente. La facciata è in stile tardo-romanico e venne realizzata da scalpellini locali utilizzando pietra viva locale, proveniente dalla “Targiana”, una località tra Savignano e Monteleone. L’interno è a tre navate a croce latina. L’altare maggiore, sopraelevato rispetto al livello della chiesa, venne realizzato con preziosi marmi; le colonne che sostengono gli archi delle navate vennero realizzate in pietra viva.

Gli eventi hanno inciso sull’impianto originario, dato che prima del terremoto del 1938, c’era una cripta in cui venivano seppelliti i defunti, e che dopo il suo crollo non è stata più riedificata, come pure la volta della chiesa era rotonda, mentre oggi è diritta. Una sorta di cappella a sè stante è il Battistero del 1514, sulla destra del portale principale, ritenuto parte della cappella del castello normanno. Tale Battistero è sovrastato da un bel portale in pietra.
Tra le altre opere d’arte presenti nella chiesa si ricordano degli affreschi relativi al matrimonio tra S. Maria Vergine e e S.Giuseppe e la statua di S. Anna del XVIII secolo.

Il campanile della chiesa che si vede sulla sinistra dell’immagine, era a forma di torre, ma a seguito del terremoto del 1938 venne ricostruito con una cupola a forma di piramide. Il  campanile, in posizione leggermente arretrata rispetto alla facciata, rappresenta l’elemento piú antico della struttura (XIII-XIV sec.).

Come mostrano le due immagini della chiesa e del suo campanile, la struttura complessiva ha “poca area”, essendo letteralmente incassata (e sacrificata) tra altri edifici.

A Savignano Irpino si trovano diversi altri edifici religiosi, chiese, cappelle e semplici edicole. Tra le chiese ricordiamo quella di S. Francesco e la Chiesa della Madonna del Carmine, che si trova lungo il Corso Vittorio Emanuele II.

Cappella di Sant'Anna

Non posso non iniziare a scrivere questo mio pensiero se non con l’affermazione che Sant’Anna è nei cuori di tutti i Savignanesi ovunque essi siano.

E Sant'Anna non poteva non essere altrettanto nel cuore dell’intera Amministrazione Comunale che, senza avere esitazione alcuna, si è impegnata per trasformare il desiderio della cittadinanza in un intervento concreto e tangibile nei confronti della venerata Protettrice.

La Giunta Comunale, interprete dell’intero Consiglio Comunale, aderendo all’appello dei Savignanesi giunto con una accorata istanza dell’allora parroco don Vincenzo Mastromauro, decise con atto del 29.12.2009 di impegnare per il restauro della cappella di Sant’Anna una prima somma di € 46.000, somma che si andava ad aggiungere ai 12.000 euro frutto delle generose offerte dei Savignanesi raccolte dal Comitato dell’anno 2008.

Sotto la guida della Soprintendenza per i Beni Storici ed Artistici di Salerno ed Avellino, nonché con la maestria dei lavori di restauro eseguiti dalla ditta Reico, la cappella di Sant’Anna è ritornata al suo antico splendore, così come la vollero i nostri padri.

Con la doverosa riconoscenza e gratitudine rivolta a S.E. il nostro Vescovo Mons. Giovanni D’Alise e all’attuale Parroco don Salvatore Olivieri, mi piace concludere queste poche righe non solo con i ringraziamenti
che rivolgo a tutti quelli che hanno reso possibile che Sant’Anna ritornasse ad avere la Sua degna dimora, ma con alcune parole imploranti della felice memoria dell’Arciprete don Giovanni Albani che, da decenni, si tramandano in una preghiera gelosamente custodita da ognuno di noi insieme alla sacra immagine: “Sant’Anna gloriosa, Protettrice del nostro Paese, volgete il Vostro sguardo materno sugli abitanti tutti. Benedite le nostre famiglie... Benedite le nostre campagne... Volgete uno sguardo agli assenti, a coloro che pur lontani dal loro Paese natìo, Vi ricordano sempre con affetto filiale e da Voi attendono protezione e difesa”.

Modalità di accesso

Si accede alla struttura dal portone principale sito in Largo Don Palmieri, 83030 Savignano Irpino AV.

Come arrivare

Largo Don Palmieri, 83030 Savignano Irpino AV

È necessario accettare i cookie di terze parti per visualizzare la mappa. Vai all'Informativa

Mappa

Costi

Non sono previsti costi per l’accesso alla struttura.

Orario per il pubblico

La chiesa è sempre aperta in orario diurno. Per conoscere gli orari delle funzioni religiose rivolgersi alla parrocchia.

Struttura responsabile

Ultimo aggiornamento: 19-07-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 150 caratteri